mercoledì 6 dicembre 2017

Il partigiano bambino arriva pure in Belgio

Il partigiano bambino varca le frontiere nazionali. Espatria. Va oltre la sua Patria, l’Italia, e mette piede in Belgio dove troverà pure dei familiari ad attenderlo con calore, a braccia aperte. La storia di Gildo Moncada sarà raccontata anche a Bruxelles, luogo di emigrazione, città che ha accolto tanti italiani, soprattutto del sud.

Il libro di Raimondo Moncada, edito dal gruppo editoriale emiliano di Ad Est, sarà presentato venerdì 8 dicembre, alle ore 18,30, a Pianofabriek Citylab.   

L’iniziativa è organizzata dall’Anpi Belgio in collaborazione con l'Inca CGIL, Associazione Gramsci BXL, Filef Nuova emigrazione, Associazione Giuseppe Verdi.  

Interverrà l’autore, Raimondo Moncada, che converserà con Pietro Lunetto, dell’Anpi Belgio.

Saranno presenti gli editori di Ad Est e una rappresentanza della neo costituita associazione “La Banda”, operanti in Emilia Romagna in attività antimafia, per la legalità e per portare avanti i valori della Resistenza da cui è nata la Costituzione e dove affondano le radici del nuovo Stato italiano, democratico e repubblicano.

Nuova, importante tappa, del lungo cammino de Il partigiano bambino, dopo l’ingresso alla Camera dei Deputati, nella sala "Aldo Moro" di Palazzo Montecitorio, a Roma. Uscito lo scorso mese di marzo,  il libro è stato presentato a: Vignola (Modena), Ravenna, Licata, Ribera, Palma di Montechiaro, Reggio Emila, Ca’ di Malanca (Brisighella), Burgio, Riesi, Modena, Carpi, San Martino in Rio, Menfi, Agrigento (per ben tre volte).

Il libro è stato insignito del Premio Internazionale “Navarro” e il Premio di Scrittura del Lions Club Agrigento-Chiaramonte. E al Partigiano bambino e alla storia di Gildo Moncada è stata dedicata la quinta edizione del concorso nazionale di letteratura “Una storia partigiana”, promosso dall’Anpi col patrocinio del Comune di Lastra a Signa.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...