giovedì 27 aprile 2017

Disponibile nella uccelliera del free books a Ribera

Ciao,volevo dirti che una copia del 'Partigiano bambino' che mi hai donato l'ho lasciata nella casetta free books in piazza”. La comunicazione mi arriva con una tag su Facebook. La firma Cristina Cortese, assessore alle Attività Culturali e Politiche Giovanili del Comune di Ribera.  
È la stessa Cristina Cortese che ha promosso la prima rassegna di libri “Una spremuta con l’autore” con la presentazione, in prossimità del 25 aprile, del libro Il partigiano bambino – la storia di Gildo Moncada.

Ringrazio ancora una volta Cristina per l’attenzione, la stima, l’amicizia e lo stimolo a sapere. Perché la comunicazione mi ha portato ad approfondire e a tradurre iniziative denominate in una lingua non mia. 
Stiamo parlando di “little free library”, ovvero piccole biblioteche da strada a forma di uccelliere. Con questo semplicissimo stratagemma la cultura e la conoscenza hanno modi alternativi e gratuiti di divulgazione entrando in un circolo di condivisione libraria. Inseriti in queste piccole casette di legno, i libri si mettono a disposizione della collettività nel cuore dei quartieri. Ognuno è libero di attingervi, in uno scambio anonimo e gratuito. 

L’iniziativa, intuisco dalle interazioni sul social, è stata promossa a Ribera con l’associazione Tifeo (“un dono offerto alla comunità riberese che incoraggia lo scambio culturale e la partecipazione”). In una foto dell’associazione, Giulia Catalanotto spiega cosa sono le casette freebook: Sono casette di legno artigianali che contengono collezioni di libri in continuo cambiamento. I libri possono essere presi e depositati da chiunque. La regola fondamentale per far funzionare il tutto è ‘libro che prendi, libro che doni’ o, come piace a noi ‘prendi un libro, lascia un libro’. Il presupposto invece è che la comunità coinvolta partecipi”.
Il post di Cristina Cortese riceve subito il commento di Paolo Caternicchia, attivissimo operatore culturale, in prima fila alla presentazione del Partigiano bambino nella biblioteca “Antonio Gramsci” di Ribera: “Invito tutti a leggerlo: è un libro bellissimo”.

Emozioni su emozioni. Grazie, di cuore, a tutti.

Raimondo Moncada

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...