mercoledì 27 aprile 2016

Giornata della Dante, sorpresa per il Murmure Sommo

L’incontro col “Sommo murmure”. È stato recitato un testo di Raimondo Moncada durante la “Giornata della Dante 2016” promossa dal comitato di Agrigento della Società “Dante Alighieri” presieduta da Enza Ierna. L’evento, coordinato dal regista Enzo Alessi, si è svolto questa mattina nella Valle dei Templi di Agrigento, nella sala conferenze di Casa Sanfilippo, sede del Parco Archeologico. Sono intervenute diverse scuole della provincia, di Agrigento, Sciacca, Palma di Montechiaro, Licata, con studenti, insegnanti, dirigenti.
Ogni istituto ha dato il proprio apprezzato contributo recitando brani di Dante Alighieri (gettonatissimi i canti dell’intramontabile Divina Commedia) o illustrando lavori multimediali dedicati al Sommo Poeta.
Due studenti del liceo classico “Tommaso Fazello” di Sciacca, Luna Moncada e Riccardo Gurrieri, seguiti dall’insegnante di Italiano Daniela Grisafi, hanno proposto un testo inaspettato, non di Dante ma su Dante, alla presenza del dirigente dell’istituto Giovanna Pisano. Consensi da parte del pubblico presente, con applausi e complimenti per l’originale e coraggiosa performance proposta a sorpresa dai due studenti.   
Il brano, “Il murmure Dante”, è stato scritto da Raimondo Moncada. Racconta, in tono ironico, l’incontro in un museo di Parigi con una statua di marmo. Il monumento, raffigurante il Sommo,  improvvisamente si anima e si mette a parlare dopo le insistite sollecitazioni di un curioso turista che accusa il poeta fiorentino di un gravissimo reato: non aver fatto diventare il siciliano lingua nazionale.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...