lunedì 23 marzo 2015

Si impenna la vendita di manette. Si indaga, ma è mistero

Manette. Aumenta d’improvviso il consumo di manette. Ma a che serviranno? Le manette sono un dispositivo d’ausilio alle forze di polizia. Le portano al cinturone e vengono utilizzate al momento opportuno per arrestare persone inquiete, per frenarne gli impeti, per immobilizzarle, per condurle in celle di sicurezza o in luoghi d’espiazione di pene. Le immagini di manette ai polsi ci riportano inevitabilmente a eventi nella maggioranza dei casi non certo piacevoli. 

La notizia dell’impennata nella vendita di manette mi ha dunque colto subito di sorpresa. Mi ha colpito per il luogo in cui è avvenuta la vendita e per il momento in cui si è registrato il picco di richieste d’acquisto. Le manette sono state vendute in un negozio di abbigliamento intimo della provincia di Agrigento e nel periodo in cui è stato proiettato al cinema il film “Cinquanta sfumature di grigio” che ha registrato, anche nella calda Sicilia, record di incassi con presenze, tra il pubblico, in stragrande maggioranza di donne. Gli uomini sono rimasti alla porta per poi farsi raccontare la trama e le passioni della pellicola di cui si è tanto parlato negli ultimi mesi.   
Il negozio aveva in magazzino solo la disponibilità di una decina di coppie di manette. Una è stata notata in vetrina, messa lì ad attirare ancor di più l’attenzione di passanti su articoli che, una volta indossati, neanche si vedono.

Si venderanno o non si venderanno? 

Un dubbio atroce attraversa ogni volta la mente di un commerciante quando deve fare gli ordini di stagione. L’invenduto ti rimane sullo stomaco.  
Ebbene, le manette intime sono state tutte vendute, costringendo la proprietà dell’intimo negozio a mordersi le mani perché l’improvvisa domanda si è dimostrata superiore alla disponibilità.

E se ne avessi ordinate un Tir?

Ecco, dunque, che il negozio è corso ai ripari, ordinando manette si spera in numero adeguato, per accontentare una clientela pressante, frettolosa e tanto esigente. 

Ma quante manette in generale si sono vendute in ogni dove in questo stesso periodo? 

Una bella domanda. Il nostro negozio di riferimento sarà sicuramente solo la punta di un iceberg. Quanti altri negozi di manette sono stati presi d'assalto? Quanti manettari non sono riusciti a resistere alla tentazione e si sono fatti il giro in macchina o a piedi della Sicilia o di internet per accaparrarsi l'ambito fermapolso? 

Si tratta, chiariamolo subito, di manette speciali, non comuni, ricoperte da una guaina di solleticante pelo colorato che già solo a vederlo ti provoca prurito ai polsi. Manette che, dalla descrizione, sembrano diverse da quelle in dotazione di polizia e carabinieri che, se la memoria non ci inganna, sono senza pelo.

Ma a che serviranno le manette col pelo?

È questa la domanda a cui si sta cercando di rispondere una volta che la notizia sta prendendo mani e piedi. Nessuno immaginava tanta richiesta considerata la crisi che, secondo gli economisti più accreditati, induce la gente a fare acquisti mirati, indispensabili, utili, per ottimizzare le proprie risorse reddituali. Per essere così richieste, le manette col pelo avranno sicuramente una loro utilità. Forze serviranno come difesa personale? E chi sono i principali consumatori? E chi non si trova disponibilità finanziaria, ricorrerà a un mutuo per appagare questa improvvisa brama di manette?

La curiosità è donna così come gli utenti del nostro negozio di intimo che ci hanno raccontato l’impennata di vendite. Scopriremo l’arcano. Capiremo così se c’è un collegamento diretto con il film “Cinquanta sfumature di grigio” e sapremo anche se nello stesso periodo si è impennata la vendita di qualcos’altro.   


Raimondo Moncada 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...