giovedì 14 novembre 2013

Il campanello suona e apre la testa

Suono il campanello, ma nessuno mi apre la porta. Insisto. Suono e suono. Qualcosa succederà. Mi brucia il dito. 
Rompo il campanello ed ecco uscire il padrone di casa. Ha il petto di fuori. Ha i muscoli di fuori. Ha gli occhi di fuori. Ha i peli di fuori. Ha tutto di fuori. 
Ha in mano un grosso e nuovo campanello che mi suona ripetutamente sulla fronte. 
- Capisci? Capisci?
- Capiscio. Capiscio.
Me la faccio addosso e giuro che non insisterò più con i campanelli.

Il padrone di casa non mi ha aperto la porta, ma mi ha aperto la testa. 

Raimondo Moncada

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...