venerdì 2 novembre 2012

Ferrari di Alonso in vendita a un euro, calca in attesa


Un euro. Tutto a un euro. Metti un oggetto in vendita a un euro e ti ritrovi sommerso dalla calca, spianato come asfalto col rullo compressore della calca.
Chi diceva che la crisi economica avrebbe estinto la categoria degli shopper, i protagonisti dello shopping, è servito. Non è vero. Sono cambiate le abitudini e si punta su scelte mirate. L’esercito dei clienti è solo nascosto. Non frequenta più i negozi. Anzi li snobba. Non ci entra neanche. Preferisce stare nudo o con i vestiti strappati ad aspettare una mossa del commerciante disperato, i saldi e le svendite promozionali.
Da qualche giorno, gli shopper si sono messi ad attendere i negozi che riducono il prezzo di un elettrodomestico da 300 euro a un euro, poi il prezzo di un dispositivo elettronico da mille euro a un solo euro. Con la vendita a un euro hai successo garantito, anche se rischi la vita. Scendi il prezzo delle mutante firmate da 5 mila euro a un euro e ti ritrovi prima del lancio della vendita il negozio sommerso dalla folla dei clienti con i fucili spianati. C’è chi si allena per arrivare prima degli altri e accaparrarsi l’oggetto a un euro.
È accaduto nel nuovo centro commerciale “Valle dei Templi” di Agrigento. Una cosa incredibile! Apre il nuovo punto vendita “Expert Papino”, mette l’annuncio che il primo novembre le prime 50 lavatrici saranno vendute a un euro e ed è dovuto intervenire un esercito di carabinieri, polizia, medici per ristabilire l’ordine, per sedare fuoriose liti, per trasportare feriti in ospedale. Qualcuno ha richiesto l’intervento dei giudici di linea per stabilire col fotofinish i primi 50 fortunati. È accaduto di nuovo con i primi 50 tablet venduti a un euro il 2 novembre. Chilometri di fila, tutti con un euro in mano, tutti a gridare di essere arrivato prima degli altri. E ora aspettiamoci la terza guerra mondiale pe domenica 4 novembre, festa dell’Unità d’Italia e delle Forze Armate. Expert Papino, con manifesti giganti affissi in tutta la provincia di Agrigento, pubblicizza la vendita di 50 televisori digitali ai primi 50 clienti che si presenteranno in negozio. C’è già chi prende lezioni di karate e di judo.
Si è creato un pericoloso precedente. C’è gente che si è messa a dormire all’addiaccio, al freddo e al gelo, fuori dal centro commerciale in attesa del prossimo lancio di prodotti a un euro, anche di caramelle che costano 1 centesimo. Così si rischia di drogare il mercato come è stato negli anni scorsi con le auto regalate con il bonus rottamazione. Mi dai la tua utilitaria vecchia di un anno e te ne do una nuova di zecca che non inquina, che ti fa risparmiare sui consumi. Ora che non c’è più il bonus nessuno più compra le auto anche perché deve pagare dieci mutui richiesti alle banche per cambiarsi in un anno dieci volte la macchina per non perdersi l’occasione della vita. C’è chi preferisce camminare con i caratteristici carretti siciliani trainati con i muli ma non con le automobili a benzina. Appena si metteranno in vendita le auto a un euro, tutte le scorte non basteranno per rispondere alla richiesta. La calca è già in attesa del lancio promozionale della Ferrari di Fernando Alonso a 1 euro.
Tutto a un euro. Ma se metto in vendita la mia vita a un euro, mi ritroverò la stessa calca o non fregherà niente a nessuno?
(La foto è stata trovata su internet e considerata di pubblico dominio. Se dà fastidio la possiamo togliere) 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...