lunedì 28 febbraio 2011

La salute dalle grasse risate


Ridere sulla morte è il miglior modo per vivere meglio, per non avere più paura di un evento che prima o poi, comunque, toccherà a tutti. Lo ha detto l’umorista Antonio Di Stefano presentando assieme allo scrittore Lino Buscemi, ieri sera ad Agrigento, il libro “Signor giudice, mi sento tra l’anguria e il martello”. “Usare l’arma della risata– ha detto Lino Buscemi – è uno dei modi più micidiali per fare seriamente antimafia!”. Il libro, edito dalla Navarra Editore di Palermo, è stato presentato al Caffè Letterario de Nel Cerchio Caos, a pochi metri dalla Casa natale di Luigi Pirandello. L’iniziativa ha registrato il tutto esaurito con un pubblico che si è divertito da morire e che, alla fine, non ha lasciato neanche una copia una al povero venditore.
Ridere non è solo la migliore arma per contrastare fenomeni come quello socio-culturale della mafia. Ridere è la miglior medicina naturale e a costo zero in possesso degli uomini. Solo che non ce ne rendiamo conto. Preferiamo andare dai migliori specialisti medici, pagare fior di onorari per visite, uscire alleggeriti da cliniche e studi medici, fermarci in farmacia, svuotare dalle ultime banconote il portafogli e caricarci di medicine che potrebbero essere sostituite, in molti casi, da una sana, salutare gratuita risata. Meglio se grassa che fa più bene!

domenica 20 febbraio 2011

Il genio siculo-italico fa grande Londra


Londra parla italiano e siciliano. E bene! Il grattacielo più alto d’Europa, The Shard, 310 metri, 87 piani, in fase di costruzione nel cuore della multilingue metropoli inglese, è opera del grande architetto Renzo Piano: Made in Italy! A The Shard, a quello che è diventato il simbolo della rinascita finanziaria e culturale di Londra, due giornali britannici, il Financial Time e il Daily Telegraph, hanno dedicato una pagina intera così come oggi il nostro quotidiano La Repubblica.
L'Italia inglese non è solo il mitico Renzo Piano.
C’è ancora la mano di altri professionisti e artisti italiani nella realizzazione di altre importanti nuove opere, in una nazione che ha fatto del multiculturalismo e del contributo internazionale il suo punto di forza. Giovani che hanno lasciato la propria terra per vivere e affermarsi in quei luoghi del mondo che accolgono a braccia aperte il genio straniero.


Altri due giornali londinesi, The Guardian e The Telegraph si sono occupati sia nella edizione cartacea che in quella on-line del nuovo avveniristico stadio di Tottenham. Il progetto è curato dalla KSS Group - Creative Architecture and Design, uno studio di architettura con sede a Londra a James Street. Un grande studio di architettura che opera in tutto il mondo. Al gruppo di progettazione del nuovo stadio di Tottenham lavora anche un giovane architetto italiano, studi alla Facoltà di Architettura di Palermo, originario della sicula Sicilia, da quella Agrigento che in tanti decenni si è dimostrata fucina di grandi talenti in tanti settori: Filosofia, Letteratura, Teatro, Arte, Architettura. Il suo nome è Federico Moncada. Ed è mio fratello.

Raimondo Moncada




Ecco il progetto del nuovo stadio di Tottenham













Link utili



Io in missione a Londra

















Nelle prime due foto in alto:

- l'architetto Federico Moncada
- la premiata ditta Raimondo e Federico Mondaca nella sede della KSS Group

lunedì 14 febbraio 2011

Celia d’amore


Amore è anche dire alla propria amata: chi sei?
Amore è anche dimenticarsi del giorno di San Valentino.
Amore è anche guardare l’amato o l’amata e spaventarsi.
Amore è anche fuggire a gambe levate dal proprio partner e sparire.
Amore è anche non farsi puntualmente trovare il giorno del matrimonio.
Amore è anche regalare un mazzo di fiori e notare che erano quelli del funerale di una settimana prima.
Amore è anche aprire il bigliettino d'amore di un dolce bacio e trovarci la scritta: riprova, sarai più fortunato!
Amore è anche gioia, divertimento, scherzo, complicità, non prendersi troppo sul serio,
perché l’amore non vive solo di amore.
Ma senza l'amore non si vive e neanche si sopravvive.

Raimondo Moncada

venerdì 11 febbraio 2011

Festa nazionale l''intero mese di marzo


Vibrate proteste per la decisione di celebrare il 150° anniversario dell'Unità d'Italia con una festa nazionale fissata solo per il 17 marzo: "Anticipiamola al 15 marzo che fa il compleanno Raimondo Moncada!"
Si preparano le mobilitazioni di piazza, gli scioperi generali, le giornate di collera per convincere il governo nazionale a cambiare la data. “O il 15 o non se ne fa niente”. La folla inferocita attende solo un solenne “Obbedisco” per cancellare le iniziative di protesta già programmate in tutta Italia, dal Marranzano ai Reni.
Non ci vuole niente a chiudere un occhio. Con uno sforzo se ne possono chiudere anche due. "Siamo d’accordo", dicono i più esagitati. Il 17 marzo è una data simbolo per l’Italia Unita. Quel giorno del 1861 a Palazzo Carignano, allora nuova sede del parlamento italiano a Torino, venne proclamato il Regno d'Italia e Vittorio Emanuele II divenne il primo re d'Italia.
Ma il 15 marzo 1967, a 105 anni e 363 giorni di distanza, da un’altra più importante unità venne alla luce lo scrittore Raimondo Moncada, in un appartamento in affitto sopra l’unico panificio di Via Verdi, ad Agrigento. Altro che Garibaldi e i Mille! a cui Moncada ha dedicato un recente irriguardoso lavoro.
La proposta è dunque questa.
Martedì 15 marzo dovrà essere festa nazionale per celebrare il compleanno di Raimondo Moncada; giovedì 17 marzo sarà festa italiana per celebrare l’Unità della nazione; mercoledì 16 marzo si rispetterà il ponte per unire simbolicamente le due date; lunedì 14 marzo, un altro ponte per unire simbolicamente la sacra domenica alla festa di compleanno; ed infine venerdì 18 marzo, per non lasciarlo solo o, come diceva mio nonno, “spariggio”, si autoproclamerà ponte naturale. Ma a questo punto, perché non proclamare l’intiero mese di marzo festa dell'intiero popolo italiano?
Una mese, dunque, di grandi festeggiamenti per unire gli italiani con uffici chiusi, attività commerciali inattive, scuole in vacanza, strade interdette. Uniche attività consentite per legge: dormire fino a tarda ora, passeggiare a mare o in montagna, giocare a carte, a calcio, in bicicletta, alla play station ecc.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...